....
GALLERIA VIDEO
ARCHIVIO

Sono oramai iniziati tutti i rispettivi campionati di pallavolo PGS e la ROC c’è…e si vede ! Di certo non tutti gradiranno il fatto che sul nostro sito vengano riportate solo e sempre le cronache ed i commenti dell’UNDER16 femminile e della squadra dei Genitori, ma ricordiamo che questo non è voluto appositamente ma è figlio del fatto che non è possibile assistere a tutte le partite e noi, generalmente, riusciamo ad ottenere la visibilità solo di queste due squadre in quanto non pervengono input da altre squadre. Anzi, questa è un’ulteriore occasione per chiedere il contributo di chiunque avesse voglia di fornirlo!

Ma ritorniamo sul campo di gioco e quello che possiamo notare è che la ROC si è rifatta il LOOK. Parliamo della squadra dei Genitori, dove si sono viste le fuoriuscite di importanti atleti che avevano segnato partite importanti negli scorsi campionati e che ora, per via del nuovo regolamento, sono stati esclusi dalla possibile competizione. Un vero peccato, in quanto la ROC ha dovuto in qualche modo abbandonare quelle intese “già consolidate” nel tempo per ripartire dall’inizio e ricostruire una nuova formazione. Ma lo sport è anche questo. Ed ecco il nuovo LOOK dei Genitori che tornano sul campo dell’Ardor Melzo a disputare la loro prima partita con i nuovi innesti che scatenano la curiosità di molti soprattutto nel misurare la squadra nei confronti degli avversari, quelli del Melzo che sono temporaneamente primi in classifica.  Allora via col primo set: schiantati a terra …ma quelli del Melzo  !  Un secco 20-10 per la ROC che mette in campo grinta, voglia, gioco, e anche qualche colpo interessante. Però, non male questo nuovo LOOK ! Secondo set dove il coach Pietrone si sbizzarisce nel mescolare un pò tutte le carte conscio del fatto che se occorre provare è adesso il momento giusto. La ROC però non risponde a dovere e fatica un po’ troppo, e va sotto: 1-1. Anche nel terzo set il LOOK della ROC non è splendido. Troppi errori ed incertezze che ci portano ancora sotto: 1-2.  Ah…ma si…ecco cosa non va: il ciuffo deve essere pettinato per bene, ed ecco che il LOOK ritorna splendente grazie ad una volontà di recupero palle in difesa che supera ogni aspettativa: 2-2. Quinto set decisivo e tiratissimo fino alla fine, ma è la ROC che strappa definitivamente la vittoria: 3-2. Sia ben chiaro, dobbiamo stare con i piedi per terra: non abbiamo certo visto un gioco particolarmente brillante. Tocchi strani e poco ortodossi, battute sbagliate, sollevamento di palloni poco consoni, giocate fortunose, insomma l’arbitro ha lasciato correre molto a favore però di un gioco scorrevole che è stato apprezzato da entrambe le squadre. C’è sicuramente molto da fare, da definire e consolidare, ma sappiamo anche che chi ben incomincia è a metà dell’opera. E la ROC Genitori ha sorpreso un pò tutti, cominciando davvero bene, andando forse oltre le aspettative!

GRANDE ROC !

Andiamo ora alla partite dell’ UNDER16 contro OFI INZAGO. Ricordiamo che anche questa squadra ha dovuto rivedere alcune posizioni per ritrovare un giusto assetto. E nella prima partita, se ricordate, non si era affatto comportata male, anzi. Ma la misurazione corretta va effettuata con avversari di sostanza come per esempio l’ INZAGO. Negli scorsi campionati abbiamo sempre assistito a partite combattute ed avvincenti, vediamo questa volta com’è andata. Si parte con la ROC che cerca di giocare ma le avversarie pestano giù con schiacciate e battute molto incisive non controllate adeguatamente dalla nostra difesa. Le ragazze sono subito alle corde, serrano i ranghi ma non affondano i colpi, cedendo il primo set alle avversarie: 0-1. Ed eccoci proiettati nel secondo set. La ROC mostra ancora affanno soprattutto in difesa dove non si riesce in alcun modo a prendere possesso della palla…e le avversarie vanno a nozze: 0-2. Ciò che si percepisce e che si vede dagli spalti, certo, con gli occhi da semplici  sostenitori,  è la mancanza di un gioco corale in termini di: ricezione che consegna a dovere la palla all’alzatore che a sua volta chiama il gioco dell’attacco che a sua volta è sempre pronto a colpire in ogni situazione. Invece accade che le ricezioni sono imprecise, di conseguenza l’alzata fatica nella giusta traiettoria della palla e l’attacco risulta non pronto nel picchiare giù quella palla. E anche nel terzo set siamo sotto: 0-3. Insomma, abbiamo tutti gli elementi su cui lavorare sin da subito, in modo da correggere tutte quelle sbavature che non consentono alle nostre ragazze di esprimersi al meglio. Ok, va bene, nulla di drammatico, siamo solo all’inizio ed è il momento giusto per rilevare sul campo tutte quelle cose che ancora non funzionano e su cui occorre porre rimedio.

FORZA RAGAZZE, SI PUO’ ANCORA FARE !       

 

Lascia un Commento

ROC SOCIAL
    
ULTIME NOTIZIE
FOTO SHOW
CALENDARIO
settembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Login
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com