....

Fine settimana scarno in termini di incontri vista la conclusione dei campionati invernali e l’apertura di quelli primaverili. Alcune squadre però sono già in corsa sui nuovi calendari, come ad esempio la squadra dei Genitori che venerdi scorso ha disputato la seconda partita di campionato ospitando in casa la prima in classifica, il Paullo. Nelle fila della ROC c’era attenzione a non farsi male soprattutto tra le donne, visto il momento di magra che vede penuria di atlete femminili (sono in tre contate !). Poi, il coach Pietrone ama il rischio e mette in campo il Perry a mezzo servizio, con una spalla si e l’altra no. Ma anche se siamo in  5 e mezzo in campo,  c’è fiducia e soprattutto una grande serenità d’animo. Si inizia molto blandamente, ed il Paullo costruisce le sue giocate in risposta ad una ROC molto sul pezzo. Col passare dei minuti però ci si scalda e la ROC comincia a costruire bene finalizzando il gioco: 1-0. Il Paullo sente una pressione che diventa ancora più pesante quando nel secondo set la ROC comincia a mitragliare ripetutamente l’avversario: è lui, è tornato, è il nostro Melchi-Bomb che rade al suolo gli avversari con bombe in diagonale, centrali, veloci, insomma….incontenibile: 2-0. Il terzo set si riapre sulla falsa riga dei precedenti con un Paullo che soffre maledettamente e non riesce ad arginare i colpi micidiali della ROC: 3-0. Un quarto set all’insegna ancora delle bordate del Melchi anche se il Paullo prova a metterci qualche pezza che però non resiste: 4-0. E’ fatta, la ROC ora è satolla, con la pancia piena, ed entra nel “total-relax”. Il Paullo vuole fortemente approfittarne. Si lotta testa a testa ma per vincere anche il quinto set alla ROC servirebbe un “moncherino”  da servire al Perry che vorrebbe ma non riesce a prendere tre palle cadute lì davanti, facili facili, proprio alla portata della spalla dx che fa cilecca, e finisce 4-1. Ma va bene così, quella che si è vista in campo è stata una piacevole

MITRAGLIATA-ROC !

Andiamo alla partita di domenica scorsa della UNDER16 FIPAV in trasferta col Segrate. Si parte in carrozza, anzi…in pulmino d’avventura, recuperato dal grande condottiero “Corry”, ops…conducente !

Abbiamo davanti un avversario alla nostra portata, visto anche il risultato positivo dell’andata. Si entra in campo con convinzione e la ROC prende in mano la partita sin da subito. A metà del primo set però si avvertono alcuni scricchiolii. La ROC comincia una lenta trasformazione, come una sorta di involuzione. Si comincia a subire e fatichiamo tantissimo nella costruzione del gioco. Le battute cominciano ad andare in rete e le ricezioni diventano un’arte sconosciuta. Si va sotto: 0-1. Strigliata in panchina e si riparte. Si riparte con una piccola reazione. Si subisce ancora ma per lo meno cominciamo a costruire palle giocabili e con conclusioni apprezzabili. Sosilla ce la mette tutta nel dare palle buone e le nostre attaccanti provano a pungere, ma il Segrate è ben disposto in campo e non si lascia affatto sorprendere, parando tutti i colpi ed aspettando il momento proprizio per il contrattacco …e noi giù a soccombere:0-2. Nel terzo set sale la nebbia, anzi no, scende il buio totale. La ROC è sparita, sfumata, sgretolata. Le ragazze sembrano spente, demotivate…e si va sotto ancora: 0-3. C’è rammarico diffuso. Così non può andare, è necessaria una ricarica brutale, una spinta in termini di tecnica e di lettura della partita, in modo tale da sopperire anche quando capita la giornata no.

Se vogliamo stare in partita occorre una reazione da vera ROC ! 

Lascia un Commento

ROC SOCIAL
    
ULTIME NOTIZIE
FOTO SHOW
CALENDARIO
maggio: 2020
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Login
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com