....

cenessuno

Fuori dalla porta si sente solo un eco profondo, ssst silenzio un attimo….sentiamo: ” c’è qualcuno ? Ma dove siete andati tutti ? Roc-Roc-Roc…rispondete ! Niente….sigh…sigh…ma dove è finita la ROC ? ” Eppure…non molto tempo fa era qui. C’era, l’abbiamo vista bene ! Forse che abbia anticipato le vacanze natalizie ? Mah…chi lo può sapere ?

Proviamo a spostarci un pò più in là, verso quel di Melzo. Lì c’è l’U16-Fipav decisa a portare un regalino alle vicine dell’Aquila Azzurra. Si ma un pensierino è sufficiente ! Invece le ragazze non hanno voluto smentire il loro animo generoso offrendo alle avversarie un pacco dono memorabile. Un bel 0-3 tondo tondo che non riesce a trovare posto nemmeno sotto l’albero. Anzi, lo trova, a discapito di tutto quello che sono riuscite a fare di buono nel passato. E questo crea un pò di dispiacere, è vero,  ma attenzione, non sfocia certo in disperazione ! Basta calarsi piano piano in fondo al pozzo e recuperare quella piccola particella lasciata sola per inserirla nuovamente nella catena alimentare e ridare linfa a tutta la ROC. E’ necessario ! Ad una condizione però: bisogna volerlo !

Torniamo sulla partita di Melzo. La ROC è sul pezzo, lo si vede da come sblocca i freni ed innesta la marcia. Corde tirate, renne puntate e via, si parte… inaspettatamente in vantaggio, tra l’altro creando un gioco davvero interessante fino al 9-9 e  che riesce ad impensierire le Aquile tanto che dalla loro panchina tornano ad alzarsi le urla del condottiero  “Joe-Condor”, che striglia a suo modo le ragazze in campo…e gli effetti si vedono. Si, si, le Aquile rispiccano il volo, e planano su di noi pronte a prenderci, anzi a superarci, anzi ad annientarci. Allora la ROC comincia col vestirsi tutta da Babbo Natale e decide di non prendere 14 battute di fila alle avversarie. Poi, come se non bastasse, decide anche di concedere qualche battuta delle nostre: 0-1. Siamo o non siamo generosi ? Si apre il secondo set ma la ricezione, anche lei, è finita in fondo al pozzo, non esiste più. E senza ricezioni e battute non possiamo nemmeno sperare in qualche nostra conclusione. A dire il vero la Fede si danna l’anima nell’andare a schiacciare palle impossibili bucando il muro avversario. Ma sono solo dei flash, belli, ma che durano troppo poco: 0-2. Via al terzo set: ma…cosa fa la ROC ? Ahhh sta preparando slitta e renne per il ritorno: 0-3 …e Buon Natale !

Mentre non giungono notizie da Libera e Mista, a Settala invece l’U16-PGS rispetta il copione dello spettacolo natalizio di fine anno. Infatti il Pessano si presta subito ad ornare l’albero con tutte le palle che la ROC piazza sul loro campo. Aspettate ! Una bella spruzzata di neve finale sulla punta dell’albero ed oplà, in pochissimo tempo il gioco è fatto: 3-0 per la ROC. Meno male! Meno male davvero perchè subito dopo, con la partita dell’U13 si precipita di nuovo in fondo al pozzo. Di fronte c’è il San Giuliano ed il divario tecnico nella costruzione del gioco è troppo evidente. Un 0-5 implacabile che amplifica quel grido in fondo al pozzo: c’è nessuno ? Oh, ma volete rispondere ? C’è qualcuno ? E se laggiù ci fosse davvero Babbo Natale ?  Dai, andiamolo a tirare su dal pozzo e poi..tutti di corsa a fare il presepe!  Alla pallavolo ci penseremo l’anno prossimo !

BUON NATALE ROC !    

Lascia un Commento

ROC SOCIAL
    
ULTIME NOTIZIE
FOTO SHOW
CALENDARIO
maggio: 2020
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Login
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com