....

revenant

Quello che vi andiamo a raccontare è sicuramente ispirato ad una storia vera. E’ tornata ! E’ lei ! E’ rediviva ! E’ la nostra UNDER14, quella vera, quella capace di ruggire, di subire i colpi senza mai cadere… anzi, capace di risollevare la testa facendo provare brividi lungo la schiena degli avversari….e qualcuno anche sulle spalle dei sostenitori. Sapevamo di avere davanti un avversario quotato, quadrato, organizzato come l’OFI di Inzago, ed è per questo che la concentrazione è stata massima sin dall’inizio. Un primo set giocato per 3/4 sul vantaggio di uno/due punti, non di più, con l’Inzago che cercava di controbattere il nostro gioco fino a quando le ragazze hanno deciso di dare lo strappo decisivo andando a chiudere in vantaggio. Un set proprio bello da vedere per il gioco che si è visto da entrambe le parti: facce soddisfatte. Si rientra in campo con qualche cambio che però…non cambia la partita. Certo, l’Inzago capisce che deve fare sul serio ma davanti ha una ROC “revenant” capace di trasformare gli errori di troppo in grandi schiacciate e soprattutto in muri dal rumore inconsueto per le nostre orecchie: allora vedi ne abbiamo davvero tanto in corpo ! Col secondo set vinto si calma la sete e subentra un leggero rilassamento da “happy-hour” nelle ragazze: ma è ancora pomeriggio e di fronte c’è una squadra da non sottovalutare ! Infatti l’Inzago c’è e colpisce alle spalle riprendendosi il set, portandosi così sul 2-1. Ah, è così che la mettiamo ? Ok, tutti tranquilli, la “sara-tigre” si è riposata in panchina ma ora ha voglia di ruggire ancora e lo sguardo felino delle sue compagne fa capire che c’è intesa: ora la partita è nostra. E così è ! Ultimo set iniziato in salita e si viene decisamente feriti dalle schiacciate avversarie ma, come il miglior DiCaprio, le ragazze prendono ago e filo e ricuciono velocemente le ferite, grazie alla serie di silvi-battute che si stampano sul campo avversario e che consentono alla ROC di rialzarsi ancora e…. questa volta non ce n’è proprio per nessuno perchè il destiny-muro dichiara perentoriamente: “3-1… ED E’ FINITA“.

INSAZIABILMENTE ROC 

Aspettate ! Non è mica finita qui !  Vi è sfuggita l’UNDER18 ? A noi no….e possiamo dirvi che anche lei è tornata rediviva !  Ieri sera ha affrontato la squadra sempre temibile del Melzo. Le ragazze c’erano quasi tutte supportate anche da new-entry (oramai non più tanto nuove) un pò più giovani. Partite subito di gran carriera le nostre rispolverano tutte le loro bellezze facendo luccicare occhi di mamme e papà. E’ palesemente evidente come le nostre ragazze sappiano esprimere un gioco superiore sotto una perfetta anzi bea regia. Il tutto è confermato dal parziale punteggio di 18-9 a nostro favore. Sembra fatta, così le nostre coaches ottimiste si mettono le mani in tasca forse pensando di avere in mano il set e si lasciano andare un pò troppo nel turn-over. Quindi via ai cambi che però squilibrano il sestetto e …si comincia a vacillare. Il Melzo, con gran fare di volpe, capisce dove e come colpire e ci mette davvero poco a recuperare il divario iniziale fino a sovrastare le nostre ragazze ed aggiudicarsi il primo set tra l’incredulità totale degli spalti. Dentro per il secondo set ma la ROC non c’è ancora: si lasciano voragini nel proprio campo pronte ad accogliere le potenti schiacciate delle avversarie che hanno vita facile visto il nostro inesistente muro. La ROC è al tappeto: 0-2 per il Melzo. Ricomincia il terzo set e…..da sotto il letto di terra in cui si era già affossata, la ROC è “revenant” ! Si spalancano gli occhi dei sostenitori tra incredulità e speranze. Le ragazze cominciano a coprire i vuoti e rispondono ad ogni colpo avversario. Finalmente si vedono le veloci incursioni di barbie tanto spettacolari quanto dolorose per gli avversari…ed è 2-1. Si rientra in campo con la vecchia formazione e l’esperienza si vede sin dalle prime battute. La squadra è più composta ed in grado di sostenere il carico di proiettili per la mitragliatrice julien….che pare essere infinita con una ferita al piede, ma “rediviva”… e ci porta sul 2-2. Ora però il Melzo ha capito come fare…mentre la ROC purtroppo no…Infatti noi continuiamo ad ostinarci nel cercare troppo il nostro cecchino riproponendo continuamente lo stesso gioco senza mai variare o cercare quelle incursioni veloci dei set precedenti.  Il Melzo prende le contromisure e segue con scrupolosità i movimenti del nostro attacco…neutralizzandolo definitivamente: 2-3. Al di là dell’amarezza del risultato, abbiamo assistito ad una bella partita capace di trasmettere intensità fino alla fine e con le ragazze finalmente redivive, e se non ci credete guardate qui sotto che scambio con gran finale .

PROVATECI ANCORA RAGAZZE !

 

Abbiamo lasciato alla fine il team dell’UNDER12 solo perchè oramai questa squadra ci ha abituati al classico 4-1. Già qualificate per la fase finale, le ragazze giocavano per determinare la testa di serie nel tabellone contro la squadra dell’Inzago. Dai riscontri avuti si è trattata di una pura formalità in quanto la ROC ha messo in campo le forze sufficienti per portare a casa una bella vittoria, risparmiando forze più importanti per le prossime gare dove il gioco si farà duro..e noi ci siamo !

Si chiude il sipario andando a raccontare quei “redivivi” dei GENITORI contro la compagine del Vignate. Diversi i pezzi persi per strada durante il campionato e così si arriva all’ultima gara in forze rimaneggiate. Spacciati ?  Finiti ? Macchè, semmai “redivivi” ! L’obiettivo da centrare era quello di vincere almeno un set per avere la certezza della qualificazione successiva. Coach Dom lascia il posto al coach Cucch, e sale la scaletta per fischiare l’inizio. La ROC è concentrata e determinata, lo si intuisce dalle prime giocate che consentono di aprire subito un divario importante fino a chiudere il set in vantaggio per 20-11. E’ fatta ! Tra caramelle e sorrisi si dà il via alla girandola dei cambi: ora si gioca per divertirsi…e dai,  ci siamo divertiti. Nonostante qualche sbadiglio improprio sugli spalti, (forse proveniente da non veri intenditori di volley…) la partita corre via liscia e piacevolmente giocata fino al 3-1. Non è un gran partitone intendiamoci, ma non essendoci più la pressione del risultato si gioca in maniera più spensierata. E questo ha lasciato ampi margini al Vignate che forse sperava in una vittoria vista la caparbietà espressa nell’ultimo set dove la ROC si è fatta sorprendere al principio e ha dovuto faticare oltremodo per provare a ricucire senza però riuscirci, chiudendo il quinto set 15-12 a suo sfavore.

DAI ROC, CREDICI !

Lascia un Commento

ROC SOCIAL
    
ULTIME NOTIZIE
FOTO SHOW
CALENDARIO
ottobre: 2021
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Login
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com