....

 nick, patsy e ten

Il grande Nick la vedeva lunga, tanto che il suo detto si addice tuttora anche per la nostra grande ROC. Così, mentre l’ UNDER18 si trova nella condizione di posticipo ulteriore dei propri incontri, i GENITORI riposano al calduccio del camino vista la giornata uggiosa che potrebbe inumidire muscoli ed ossa.

Partiamo allora dal principio della settimana per vedere come la formazione della MISTA sia riuscita a strappare purtroppo solo due set in quel di Masate perdendo per 2-3 ma attenzione, con un punteggio di tutto riguardo!  Basta considerare i soli 19 punti di scarto tra le due compagini al termine dei cinque set. Un risultato da non buttare affatto, malgrado la sconfitta, che deve costituire un punto di ripartenza.

UNDER12 su due fronti: al sabato si è giocato per le fase finale del campionato invernale mentre di domenica è andato di scena il campionato primaverile. Come è andata ?

Tutto bene …quel che finisce bene!

E vediamo come: sabato si giocava la partita di ritorno contro la squadra del Sovico partendo da un 5-0 a nostro favore che dava ampio respiro. Era necessario assicurarsi il passaggio alle semifinali e la ROC… ha svolto il suo compitino. Partenza a razzo: si gioca punto su punto ma la ROC è determinata e chiude il set in vantaggio: 1-o

E VAI DI SEMIFINALI !!!

A questo punto la ROC decide di prendersi un momento di relax….un momento di sana spensieratezza che però si dilunga più del prevedibile. Già, forse appagate del risultato raggiunto, le ragazze hanno lasciato il gioco in mano alle avversarie che hanno colto al volo l’occasione per mettercela tutta in modo da uscire di scena a testa alta. E così è stato: 1-1, 2-1 e poi perfetto pareggio di 2-2. Si torna in campo per disputare il set decisivo, solo che la ROC oramai ha la testa al prossimo incontro e senza una vera convinzione dei propri mezzi diventa difficile fare risultato. Nonostante tutto la tecnica c’è, quindi non è poi così semplice superarci. Si chiude sul 2-3 per le avversarie ma sappiamo bene che la vera ROC la vedremo nel prossimo incontro….forse contro Inzago ? Staremo a vedere…

Non è finita. La domenica vede ancora impegnate le ragazze UNDER12 per la prima del campionato primaverile contro il San Giuliano. Stanche del match precedente ? Macchè, si va in trasferta e si riempiono le tasche con un “magnanimo” 4-1 visto che l’unico set perso pare esser dovuto alla sbornia del giorno prima….ma va bene così !

Domenica di campionato primaverile anche per UNDER14 che ospita in casa l’ARDOR MELZO e per l’occasione, la ROC schiera una nuova formazione. Si inizia… e sin dalle prime battute la ROC cerca di prendere il largo. L’ ARDOR non è intenzionata a lasciarci scappare, ma le nostre ragazze sono brave a far tesoro degli errori avversari. Così chiudiamo in vantaggio il primo set senza grossa fatica. Possibile che l’ARDOR sia tutto qui ? Arriva pronta la smentita nel secondo set: basta con i regali, anzi no, ora è la ROC che contraccambia. Le ragazze sembrano troppo contratte e sotto questa veste commettono errori di troppo sia in ricezione che in alzata regalando punti alle avversarie…e questo fa soffrire la squadra che comunque non demorde e non si fa sfuggire di mano il set: 2-0. Ma le avversarie crescono di minuto in minuto e nel terzo set si manifesta la loro superiorità. A dire il vero la ROC per metà partita ha sperimentato la nuova soluzione con alzatore unico ed è parsa subito un pochino “acerba”. Allora si ricompone la squadra per cercare di ricucire lo svantaggio ma l’ARDOR non ci pensa nemmeno e, visto il momento di disorientamento delle ragazze ROC, spinge ulteriormente sull’acceleratore mettendo a terra delle giocate davvero interessanti….e siamo 2-1. Si ma ora subentra anche una sorta di paura di non farcela…ma le ragazze sono ROC e così, con un andamento ondulato alternano belle giocate ad amnesie improvvise che consentono all’ARDOR di rimanere in gioco. Infatti, dopo aver scoccato le prime frecce le nostre ragazze perdono… la sacca e così giù tutte a cercarla….eppure era lì…già ma dove? Cerca e ricerca intanto l’ARDOR si rifà sotto. Dai ROC guarda bene, apri gli occhi e….trovata ! Eccola lì, proprio sotto rete, dove con un muro ritrovato e qualche schiacciata alla “Fedez” riusciamo a far chinare il capo alle avversarie. Tutto è bene quel che finisce bene: l’ARDOR alza bandiera bianca e la ROC si porta a casa un bel 3-1 che rinfranca gli animi di tutti. Ora…la palestra si svuota, si spengono le luci e….. e-lultimo-chiude-la-porta

Lascia un Commento

ROC SOCIAL
    
ULTIME NOTIZIE
FOTO SHOW
CALENDARIO
ottobre: 2021
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Login
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com