....

Archivi per la categoria ‘CAMPIONATO INVERNALE’

poco-cosi

Peccato vecchia ROC, bastava crederci fino in fondo ed invece….Invece per un niente la squadra Genitori della ROC si vede proiettata nella parte bassa della classifica, vanificando tutti i tentativi di recupero e di possibilità di disputare la fase finale. Eppure sembrava davvero tutto alla portata ! Già, nel fine settimana appena trascorso ci si giocava il tutto per tutto, con un doppio match prima col Magnago (contendente diretta) e poi con il Lucernate (ultima in classifica). D’obbligo vincere…e vincere bene ! Vincere entrambe le partite per 5-0 avrebbe consentito alla ROC di piazzarsi lì, in seconda posizione in attesa del verdetto che sarebbe arrivato dagli incontri tra il SammaCusano-Magnago e Amazzoni-Lucernate. Ma come è accaduto il tutto ?  E’ venerdi sera, c’è l’incontro decisivo col Magnago: la ROC lo sa, è consapevole delle sue possibilità e per questo rafforza ancor di più la concentrazione in campo. E’ necessario un risultato tondo, ma anche con un 4-1 si può ancora sperare. Si parte alla grande: primo set giocato bene ma non privo di sbavature, soprattutto in Leggi il resto di questo articolo »

grafico-in-discesa-21-300x225

Crollano le quotazioni per il titolo ROC ! Le borse tremano, i mercati rimangono increduli, i sostenitori delusi. Si o No ? Non disperiamo ! Noi aspettiamo Babbo-Natale ! Ed è proprio dal torneo “Babbo-Natale” che giungono alcuni piccolissimi segnali. I nostri Genitori tornano dalla trasferta col fortissimo Triuggio con una sonora sconfitta per 1-4, ma con la consapevolezza di potercela ancora fare. Già, perchè il gioco c’è, lo spirito pure, occorre ridurre al minimo gli errori, soprattutto in ricezione e sulle battute. E’ questa la deficienza mostrata in campo a partire dal primo set, giocato alla pari,  ma con un Triuggio un pò più preciso e che riesce a chiudere con 20-17 a suo favore. Anche il secondo è un set giocato agli stessi livelli ma….noi sbagliamo di più concedendo agli avversari sempre quei tre o quattro punticini che fanno la differenza. Il Triuggio ci conosce bene e non è scanzonato come nella partita di andata, cercando costantemente la giusta concentrazione. La ROC è lì, fa sentire il fiato sul collo, tant’è che strappa il terzo set 1-2. La partita è ancora da giocare, allora si decide di scaravoltare la squadra sia da una parte che dall’altra. Ma il Triuggio fa la differenza anche con la panchina…e siamo 1-3. Tentativo fallito, allora si resetta il tutto come all’inizio e ci si gioca il quinto set. Risultato ? Identica copia del primo set, sia nel gioco che nel risultato: 1-4.

Under13 che continua a scivolare giù, perdendo amaramente per 2-3 contro l’Ardor Melzo, Mista che crolla sotto il peso del 3-0 inflitto dal S.Giuliano, Libera che annaspa contro il Vignate ma che riesce in extremis a salvare la terza posizione in classifica vincendo per 3-2. E poi ?

Poi ci sono le due U16: la FIPAV riposa un turno mentre U16-PGS affronta l’Aquila Azzurra, prime in classifica….e la ROC ci prova ancora con il libero in formazione. Nonostante nel primo set avessimo una Gloria in grande spolvero, le ragazze soffrono e vanno subito sotto: le avversarie vogliono sin da subito imporre il proprio gioco senza grossi grattacapi e chiudono abbastanza velocemente il primo set: 0-1. Secondo set che si riapre ancora in affanno, e si comincia a capirne il motivo: questa volta il nostro libero “sosilla” non c’è, non riesce a rispondere a dovere, e così non arrivano palle giuste alla Franci, e così non si costruisce il gioco d’attacco per Aurora-Aly-Noe, e cosi si favorisce ancor di più la squadra avversaria, e così le Aquile volano in alto e schiacciano imperterrite sul campo ROC, anche se Ele e Darien ci mettono sempre una pezza per provare a frenarne l’impeto…ma non basta. Allora il grande coach capisce la situazione e ritorna a schierare la squadra tradizionale, ma nulla cambia…Allora dentro ancora con il libero nel terzo set. La ROC prova a reagire e questa volta sembra aver trovato la via giusta, staccando le avversarie di oltre 7 punti. Dai ROC, ci siamo ! Ma è troppo presto per esultare perchè le Aquile, forse un pò intorpidite, si risvegliano e riportano in alto la squadra:0-3. Ma la ROC rimane seconda in classifica…

Dalle piazze economiche rimbalzano freneticamente le notizie. Uno sguardo veloce al borsino: le quotazioni ROC si bloccano di colpo. Gli investitori sono titubanti. Regna l’incertezza.. ma gli azionisti ROC ci credono ancora. Vediamo cosa succederà in settimana, a partire da venerdi prossimo quando riaprono i mercati…proprio con i Genitori che si giocano la qualificazione con la seconda in classifica….

FORZA VECCHIA ROC !!!!

bilancia

I vecchi saggi dicevano: “due pesi, due misure” e non avevano affatto torto ! La conferma arriva dalla partita di sabato scorso della nostra U16-FIPAV contro la New-Volley-Adda. Cosa si è visto ? Si è vista la netta differenza tecnica tra le due squadre. Si sono notate le differenti carature fisiche tra le due squadre. Si è notato come la capacità di comprendere il gioco e la costruzione di azioni di attacco siano agli estremi opposti. Insomma, nulla da dire, due pesi differenti. E lo testimonia il sonoro 0-3 a favore dell’Adda. Ora, sicuramente qualcuno storcerà il naso, dirà frasi già ripetute più volte, del tipo “è giusto così, le ragazze devono essere messe alla prova”, oppure “le ragazze devono farsi le ossa”, e ancora “se le vogliamo tutte facili…”. Tutto condivisibile e rispettabile, sia chiaro, ma è anche vero che provare sempre il bastone e mai la carota non è poi così facile per il morale, soprattutto quando parliamo di giovani ragazze. Ma se stiamo sulla partita, cosa possiamo dire ? Possiamo dire che nel primo set la ROC era impalata, subito messa alla corda, con le ragazze che non riuscivano ad esprimere quel gioco che invece sanno fare, e noi lo sappiamo. Ma bisogna sempre fare i conti con gli avversari e, quando questi ci sovrastano occorre provare a mettere in campo strategie e tattiche differenti per provare a vedere se “aggirando l’ostacolo” si riesce a colmare quel gap e creare qualche grattacapo in più che consente di scardinare la difesa avversaria. Ricorderete sicuramente quel vecchio furbone di Ulisse nell’espugnare la città di Troia, vero?  Niente da fare, nel secondo set le ragazze subiscono i colpi avversari. Reazione ? Certo che c’è, ma è un pò disordinata: Sara si danna l’anima per tenere unita la squadra pronta a reagire su tutte le palle, ma quando ci si danna l’anima vuol dire che stiamo facendo fatica….molta fatica. Siamo sul 2-0. L’Adda schiaccia a ripetizione con salti a due, con ruoli interscambiabili lì davanti, con muri e coperture da squadra davvero matura. E si chiude con un 3-0 per loro. Questa è la pallavolo ! Che piaccia o no, ogni partita è un caso a se, che comunque deve sempre insegnare qualcosa: portiamo a casa e meditiamo….

Purtroppo registriamo anche la sconfitta dell’ U13 per 2-3 contro i cugini del Rodano che ci fanno piombare ultimi in classifica. Evidentemente dopo le fantastiche annate passate ora forse paghiamo pegno. Ma qui è doveroso dire “le ragazze devono farsi le ossa”, ce n’è bisogno !

Occorre andare a vedere l’ U16-PGS per tornare su col morale. Si gioca contro il Vignate e, se ci ricordiamo bene, all’andata non è stata affatto una passeggiata, lottando fino al quinto set. Ma le cose possono cambiare, esattamente come fa la ROC. Come al solito la squadra è talmente risicata nei numeri che è costretta ad attingere dalla sorella U16-FIPAV con l’integrazione di Destiny e Sonia.  Si parte nel primo set con una Gloria d’altri tempi: schiacciate e battute che non perdonano e che fanno volare la ROC sin da subito. Chiudiamo abbastanza bene il primo set 1-0. Passiamo al secondo in cui il Vignate prova a reagire ma la ROC, schierata col libero, riesce a essere ben disposta in campo coprendo bene le varie zone….e Francy corre meno ! Cosa vuol dire ? Vuol dire che fioccano palloni per le centrali Ele e Destiny che in velocità non perdonano: 2-0. Terzo set in cui la ROC sembra rallentare ed il Vignate subito lì ad approfittarne. Si prova allora a variare il gioco puntando più sulle ali. Bene…lì c’è l’altra Ele che picchia giù duro mentre all’opposto ci pensa Noe…. e finisce con un 3-0 pieno. Una partita non esaltante ma ben giocata con una certa costanza, proprio come Aurora che ha saputo distribuire le proprie forze lungo tutti e tre i set apportando un continuo contributo a tutta la squadra.

 BRAVE RAGAZZE !

Non abbiamo ancora notizie della nostra squadra di punta della Libera Femminile che doveva giocare contro l’Inzago. Battuta d’arresto invece per la Mista che perde in casa con l’Argentia di Gorgonzola per 1-3.

Poi…poi ci sono loro, i Genitori che hanno giocato il venerdi sera. Un venerdi difficile perchè di fronte c’era il Samma Cusano, cioè la seconda in classifica e perdere questa partita significava essere fuori dai giochi definitivamente. E allora vediamo cosa è successo sul campo di gioco. Un primo set giocato un pò in sofferenza, con un Cusano più incisivo e con una ROC in difficoltà. Registriamo però dei bellissimi acuti del nostro Fede che con muri e schiacciate ha cercato di impensierire non poco gli avversari. In ogni caso siamo sotto: 0-1. Secondo set che si riapre con qualche cambio. La ROC reagisce e strappa all’ultimo il pareggio: 1-1. Forse che comincia a girare nel verso giusto?  Secondo il Cusano no. Mettendo in campo una determinazione precisa e puntuale nelle coperture, il Cusano organizza bene il gioco e sfonda nel campo ROC dove invece si vedono errori di troppo: 1-2 per loro. Si fa difficile e le speranze di restare in corsa sono sempre più ridotte. Ci si guarda in faccia, si stringono i ranghi: “andiamo a riprendercela questa partita ! “. Invece….invece comincia il quarto set e la ROC è subito sotto di tre misure anche se il gioco pare convincente. Qualche attenzione in più c’è, è vero, ma non basta per battere questo Cusano che ora è sopra di 5 punti. Rabbia ROC nei volti, orgoglio ROC in campo, ma soprattutto testa e voglia di farcela….ed eccola lì la vera ROC ! Finalmente cominciamo a giocare come sappiamo ed il Cusano subisce il contraccolpo. La ROC c’è ! Ricuce il distacco, prende un leggero vantaggio e schiaccia decisamente il Cusano nel proprio campo: 2-2. Quinto set…non si cambia nulla, rientriamo in campo allo stesso modo: il coach Pietrone ci crede. E …fa bene, perchè ora la ROC fa la ROC ed il Cusano, sotto pressione, comincia a sbagliare più di prima. Ci siamo mancano solo due punti, ma le gambe sono molli e le battute vincenti del Cusano riescono a ridurre lo svantaggio: ragazzi bisogna chiudere !!! La ROC lo sa….e lo fa: 3-2. Grande partita d’orgoglio

BRAVA ROC !

roclandSignore e signori, benvenuti al fantastico parco giochi di Rocland ! E’ la novità che emerge da questo primo scorcio di stagione. Una ROC che dispensa sensazioni di ogni tipo: esaltazione, delusione, amarezza, gioia, paura… insomma se volete provare forti emozioni, se siete stufi della solita monotonia, non vi resta che salire a bordo su questa ROC-TORNADO, allacciate le cinture e tenetevi forte… ci si lancia in picchiata !

Già nel turno infrasettimanale di recupero ci sono le entrate extra per assistere a tre grandi eventi. Si incomincia il mercoledi, con la squadra Genitori che deve recuperare la partita contro la Leggi il resto di questo articolo »

inpiedisuldivano

Siiiiiiiii, la ROC c’è ! E’ tornata, finalmente ! Lo diciamo con tanto entusiasmo, come atto liberatorio che sprigiona l’energia e la voglia di fare, che erano lì represse dall’inizio di questa stagione. Diciamolo: ci voleva proprio. E’ bello vedere la ROC così tenace, così grintosa, così da farti respirare a pieni polmoni, e allora….

TUTTI IN PIEDI SUL DIVANO !

Settimana densa di incontri casalinghi. Si parte dal venerdi sera, quando la LIBERA Femminile sfodera il fioretto e… zic e poi zac, fa del Melzo un solo Leggi il resto di questo articolo »

ROC SOCIAL
    
ULTIME NOTIZIE
FOTO SHOW
CALENDARIO
maggio: 2020
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031
Login
Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com